YOGA: UN PERCORSO DI CRESCITA ETNICA E SPIRITUALE 

Praticare Pranayama o tecniche di respirazione, Asana (posizioni) ed entrare nella comprensione energetica del nostro corpo attraverso l`esperienza diretta... percepire questa misteriosa energia di cui si sente tanto parlare che scorre dentro di noi. E davvero una sensazione bellissima e forte,  tonifica il corpo, bilancia le emozioni e calma il flusso continuo della mente.

“Yoga citta-vritti nirodhah” “Yoga calma le fluttuazioni della mente”. La tradizione Yoga ci tramanda che esistono circa 72.000 Nadis ( canali energetici) in un corpo. Imparare a liberare questi canali e` un grande toccasana! Aiuta a bilanciare i 7 centri energetici del nostro corpo denominati Chakra per cui stimola il Benessere in tutti i piani della nostra esistenza.                  

MINDBLOWING

VINYASA 

CHAKRA

YIN

PREPARTO

POSTPARTO

ANTALGICO

DETOX

ANTISTRESS

PER ANZIANI

RISTORATIVA

NADA (MUSICA)

NATURA

Easy Mind Yoga

In questa particolare Era, l umanità è chiamata ad esplorare più consapevolmente ed imparare a padroneggiare e trascendere il corpo Mentale.

Si, certo, esiste un corpo mentale, proprio come esiste un corpo fisico, la mente, appunto, denominata Manas in Sanscrito, che in Ayurveda si dice composta da 4 aspetti, mentre in occidente siamo soliti parlare di mente come un concetto unico.

Come il corpo fisico va nutrito, anche il corpo mentale va nutrito.....e questo è un qualcosa che non viene insegnato molto! Immaginiamo cosa succederebbe se ogni giorno immettiamo nel corpo fisico una tavoletta di cioccolata con le nocciole!! Sperimenteremo infiammazioni.....Lo stesso vale per il corpo mentale; a noi scegliere quale cibo fornire alla nostra mente, cosa la nutre e cosa la porta ad accumulare “tossine”, che proprio come troppo cibo nel corpo fisico, creano chaos e confusione mentale.

 E stato riscontrato che la pratica della Meditazione ha un effetto curativo per la mente, la aiuta a “digerire” troppe impressioni ed a ripristinare lo Spazio di vuoto e Silenzio, si potrebbe definire come una sorta di “ digiuno” o detox...

Se osserviamo lo sviluppo storico della razza umana, noteremo che l'aspetto mentale ha subito un incremento evolutivo costante, dovuto appunto all intelligenza, un aspetto della mente. Questo sviluppo intellettivo ha avuto negli ultimi secoli un grande incremento, dall Illuminismo, la mente logica ed analitica ha espanso le sue grandi potenzialità attraverso la scienza, con invenzioni sempre più sofisticate ed ha letteralmente cambiato le condizioni di vita e le nostre abitudini. Fino a portarci adesso a dover imparare a padroneggiarla e trascenderla, partendo proprio dal riconoscere la sua grandissima potenzialità, multiversatilità, velocità, fascino e potere creativo.

 

Ecco perchè ho sentito l impulso, l ispirazione, a proporre questo percorso,  ove attraverso la pratica dello Yoga, il Pranayama, Mindfullness e tanto altro che viena dalla mia eredità di 28 anni di studio, pratica, ricerca etc sulla mente, per aiutarci a riconoscere ed onorare il potere della nostra mente ed imparare ad usarlo e non più farsi usare......

 
 

La yoga vinyasa è una pratica yogica che abbina ad ogni movimento il respiro. Si caratterizza per la fluidità dei movimenti e per lo sviluppo di transizioni sempre coordinate con esercizi di inspirazione ed espirazione. È un’attività divertente e rilassante per quanto faticosa. Nella sua versione più moderna può assomigliare ad un’attività di fitness. Tuttavia, gli esercizi di inspirazione ed espirazione che accompagnano ogni movimento la rendono unica nel suo genere.

Il termine sanscrito vinyasa letteralmente può essere tradotto come “posizionare in modo speciale’. Tende ad essere definita come una pratica moderna che abbina il continuo movimento del corpo al respiro. Il termine inglese flow, ovvero flusso, contraddistingue lo stile dinamico di questa forma di yoga. Di flusso si parla a proposito del passaggio da una posizione all’altra e dei vari movimenti accompagnati sempre dal respiro. Pertanto il vinyasa è una pratica fluida ed elegante, adatta a chi preferisce uno stile più atletico ed energico. Attraverso le sequenze di asana si rende fluido l’esercizio nel suo insieme, legando in modo dinamico le varie posizioni. Questa disciplina deriva dall’ashtanga yoga e si distingue dalla tipologia più classica e tradizionale dell’hatha yoga. Quest’ultimo, pur sempre basata su asana e respirazione, è decisamente più statica e adatta a tutte le fasce di età e le condizioni fisiche. Un punto in comune, ad esempio, è il ‘saluto al sole’. Si tratta di una sequenza di posizioni comuni ai più tradizionali stili di yoga e alla base anche del vinyasa. Yoga vinyasa flow: è una pratica yoga moderna ideale per chi ama uno stile più dinamico.

I Benefici :

Come le altre pratiche di questa disciplina, il vinyasa permette di ottenere numerosi benefici per la salute psicofisica. In particolare, chi lo pratica può aumentare la sua forza muscolare e la resistenza fisica, insieme alla flessibilità. Per questo motivo può essere consigliato anche agli sportivi che si pongono come obiettivo il miglioramento delle prestazioni agonistiche. Come altri tipi di yoga, contribuisce ad aumentare la concentrazione a ad imparare a ridurre o gestire lo stress quotidiano.Anche il vinyasa, infatti, punta molto sugli esercizi di inspirazione ed espirazione che permettono di controllare sia la mente che il corpo.

Inoltre, quest’attività consente di perfezionare anche l’equilibrio e, a differenza di altri stili più ‘statici’, aiuta a perdere peso e a tenersi in forma.

Le controindicazioni L’aspetto dinamico ed energico del vinyasa lo rendono una pratica particolare e non adatta proprio a tutti. Per poter essere eseguita senza correre alcun rischio occorre, infatti, flessibilità, forza e resistenza muscolare. Si tratta di capacità che possono essere migliorate e perfezionate gradualmente ma richiedono tempo ed esercizio.

Offriamo 2 tipi di queste classi, Principianti ed Intermedi. In entrambi usiamo elementi di Vinyasana Yoga, Power Yoga, Hata Yoga, Dhyana Yoga, focalizzati ad aprire le grandi Nadis o canali centrali dove scorre il Prana detto anche energia Vitale o Vitalita`. Questo rende le classi decisamente rivitalizzanti .Sono classi a tema per aiutare lo studente di Yoga ad entrare piu` profondamente nella pratica.

Yoga Vinyasa

 

Centri di energia fisica e sottile e come attraverso lo yoga vengono attivati per una profonda rigenerazione psicofisica.

La pratica dello yoga ha la caratteristica di agire sui chakra, plessi fisici e sottili del nostro essere, fulcri che se riequilibrati e attivati determinano il benessere della nostra energia mentale, emotiva e fisica.

Chakra è una parola sanscrita che si può tradurre come cerchio, ruota o vortice. Quello notato che spesso vengono immaginati e pensati come dei centri energetici astratti, questo è vero in parte, ma corrispondono anche a plessi fisici ben specifici, particolarmente ricchi di connessioni nervose e corrispondenti ad organi vitali.

A differenza di qualsiasi altro tipo di attività fisica lo yoga è caratterizzato da particolari posizioni che si mantengono nell’immobilità dette asana, che appunto vuole dire stare. Queste posizioni non permettono solo un’azione esterna, muscolare e posturale, ma anche un’azione interna che stimola e rigenera le funzioni vitali ed energetiche del corpo a un livello molto profondo. In base alla posizione che si prende, il respiro si muove all’interno del corpo concentrandosi in plessi differenti, cosa che è possibile proprio per il fatto che le posizioni vengono mantenute. Il tempo di questo mantenimento è dettato dalle capacità e limiti di chi pratica e la giusta durata corrisponde a un attivazione che non diventa fatica e che non accelera il battito cardiaco  il respiro.

Nel nostro corpo ci sono innumerevoli chakra che corrispondono a punti di intersezione dei nadi, sottili canali di energia che ci attraversano, che nella medicina tradizionale cinese vengono chiamati i meridiani.

Ci sono sette centri principali distribuiti lungo la colonna vertebrale sette raja chakra, i chakra “regali”.

Ognuno di questi sette centri corrisponde a un elemento e potenzialità fisiche, mentali ed emotive che si possono risvegliare attraverso la pratica di posizioni specifiche..

In modo simile ma diverso ognuno di questi elementi e centri vitali racchiudono risorse e potenzialità che attraverso le specifiche pratiche che lo yoga offre vengono risvegliati e riequilibrati.

L’argomento è ampio e indispensabile per comprendere a fondo il senso della pratica che lo yoga propone, come risvegliare energia e risorse inaspettate e capire il in modo ancora più approfondito il senso e i benefici delle asana, le posizioni mantenute.

 Bilanciare i chakra e` uno degli scopi di tutto lo Yoga. Una faccia di Shiva e` Ardhanarishwara, che viene rappresentato come Shakti, il Divino Femminile ( la parte sinistra del corpo) e Shiva, il Maschile primordiale ( la parte destra del corpo). Questa rappresentazione e` una bella e poetica metafora che ci descrive l'unione delle polarità`che si ottiene attraverso la pratica Yoga. E anche detto che mentre Shakti  vive nella radice Muladhara, Shiva vive nella corona, Saharara, come consapevolezza. Praticando Chakra Yoga per riequilibrare il flusso di Energia attraverso il sistema dei chakra, riuniamo queste Due Energie Cosmiche.

Praticare Chakra Yoga ci da tantissimi benefici, diventiamo più consapevoli del nostro set up energetico, dei blocchi che limitano il flusso energetico ed abbiamo uno strumento potente per trasformare radicalmente tutto . Dato che l`energia vitale si distribuisce attraverso il sistema dei chakra, riequilibrarli ci apre una visione nuova di chi siamo noi e della vita. Può` essere coadiuvante per risolvere problemi sia fisici che emotivi che ricorrono nostro malgrado.

Questa pratica potente ha le sue radici nello Yoga Tantrico, un complesso sistema filosofico e di pratica Yoga che riconosce il corpo come veicolo prezioso nello sviluppo della Auto-consapevolezza...osserverete un radicale cambiamento, di cui sarete piacevolmente sorpresi!

Chakra Yoga

 

Per comprendere lo Yin Yoga è importante conoscere i concetti di Yin e Yang. Yin e Yang sono due forze opposte e complementari, che sono presenti in natura, ma anche nel nostro corpo e mente. Lo Yin, l’energia femminile, rappresenta la lentezza, il morbido, la passività e il freddo ed è associato all’acqua, alla terra, alla luna e alla notte. Lo Yang invece è l’energia maschile, rappresenta il veloce, il duro, l’attività e il caldo ed è associato  al fuoco, al sole e al giorno. Sebbene questi concetti siano opposti, essi sono complementari e dovrebbero essere sempre in equilibrio e armonia. Nello yoga è possibile vedere questa differenza nella pratica delle asana. Alcune posizioni sono passive ed attivano lo Yin, altre sono più dinamiche e attivano lo Yang.

Storia della Yin Yoga :

Lo Yin Yoga non è una pratica nuova, in quanto affonda le sue radici nell’antica pratica dello yoga. Questo stile fu introdotto in occidente negli anni ’70 da Paulie Zink, un campione di arti marziali e insegnante di Taoismo. Lui creò delle lezioni Yin Yang yoga, mettendo insieme asana e discipline diverse: Hatha Yoga, Taoismo e altre pratiche che sviluppò lui stesso. Questo stile prese il nome di ‘Yin Yoga’. Paul Grilley, un discepolo di Zink, iniziò a modificare lo Yin Yoga, usando la sua conoscenza di anatomia e di medicina cinese. Successivamente una studentessa di Grilley, Sarah Powers, sviluppò ancor più lo Yin Yoga, utilizzando la sua conoscenza dei sistemi dei meridiani e creò delle sequenze di Yin Yoga per stimolare l’energia che scorre nei canali energetici e per portare l’attenzione sulla respirazione.

Nello Yin Yoga originale di Zink, ci sono entrambe le qualità: attività e passività. Esso offre una combinazione di Yin e Yang. Grilley e Powers invece svilupparono questo stile dando molta più importanza alla parte passiva. La maggior parte delle posizioni vengono effettuate da seduti o da sdraiati e vengono tenute per lungo tempo. Questo è lo Yin Yoga come lo conosciamo oggi.

 Queste classi sono molto dolci, soft, ma decisamente e sorprendentemente molto efficaci. Sono adatte sia per chi vuole praticare uno Yoga “diverso’ e che per i principianti. Possono essere di grande aiuto in fasi disequilibranti della vita .I benefici sono molteplici, a tutti i livelli; e` un modo di praticare Yoga che si e` sviluppato per contrastare i ritmi sempre più accelerati e non sostenibili dalla societa` basata sul materialismo. Come nel Restorative Yoga i benefici di questa pratica sono stati fonte di studio in vari istituti, specie in USA. Lo Yin Yoga è uno stile di yoga che è diventato incredibilmente popolare. Durante la pratica dello Yin Yoga, le posizioni vengono tenute per un tempo piuttosto lungo che va generalmente da 3 a 5 o più minuti. Quando si tiene una posizione per un periodo di tempo così lungo, si stirano i tessuti profondi del corpo come i tendini, la fascia, i legamenti e altri tessuti connettivi. Questa modalità incrementa soprattutto la flessibilità e migliora la circolazione nelle articolazioni e in alcuni altri tessuti del corpo. Durante lo Yin Yoga, vengono utilizzate delle specifiche sequenze per stimolare particolari canali energetici, questi canali detti anche meridiani in medicina cinese, sono invece chiamati nadi in India. Durante la pratica dello Yin Yoga si cerca di mantenere l’attenzione all’interno del corpo ed uno stato meditativo. L’insegnante può scegliere di guidare gli studenti in uno stato meditativo ancora più profondo utilizzando quelli che vengono chiamati “Dharma talks”. Questi ultimi sono monologhi sul corpo, sulle posizioni o sulle nadi. L’insegnante può anche condividere storie sul buddismo o sulle proprie esperienze e conoscenze personali.

Yin Yoga

 

Perche`e`importante fare Yoga Preparto?

La Gravidanza e` un momento MAGICO... da sempre la fecondità e` stata oggetto di culto e venerazione. Templi e rituali dedicati a questo si ritrovano nella storia di tutti i popoli che si sono succeduti su questo bellissimo Pianeta Terra. Oggi pero`, con il prevalere della scienza analitica e mentale, la Gravidanza viene spesso ridotta ad una serie di controlli, analisi, casistiche. Tra i malati degli ospedali si vedono ondeggiare le Donne col Pancione che aspettano per i tests ed ecografie. Questo e` perfettamente giusto, ma occorre bilanciare e dedicarsi momenti in luoghi e con Pratiche, dove  la Donna ritrova lo Spazio magico e sacro del momento che sta vivendo, impara ad ascoltarsi ed ad ascoltare il proprio bambino. Usaremo Comunicazione non Verbale ed elementi di Ayurveda e Gravidanza per dare altri strumenti per rendere la Donna Co-Creatrice col suo corpo che cambia! A livello fisico, diverse ricerche scientifiche, supportate anche dalla prestigiosa Mayo Clinic, hanno confermato che la pratica dello yoga è sicura e ricca di effetti positivi sia per le donne che per i loro bambini.

Yoga Preparto può aiutarti a:

Migliorare l’equilibrio (fisico e mentale): con l’evoluzione naturale della gravidanza e l’aumento del volume della pancia, si modificherà anche il tuo punto d’equilibrio. La pratica yoga ti aiuterà con il passare dei mesi a mantenere una corretta postura e un buon equilibrio fisico. Inoltre, attraverso gli esercizi di respirazione yogica (pranayama), potrai regolarizzare più facilmente il tuo equilibrio emozionale: rilassandosi e respirando con consapevolezza presterò più attenzione ai segnali inviati dal tuo corpo ed entrerai meglio in connessione con te stessa e con il tuo bambino. Grazie ad inspirazioni profonde e calme si attiverà il tuo sistema parasimpatico che ti aiuterà a regolare la pressione e il battito cardiaco, a migliorare la digestione e il riposo notturno e a fortificare il tuo sistema immunitario.

Attivare la circolazione sanguigna e linfatica, contribuendo quindi a ridurre il gonfiore e la pesantezza alle gambe.

Ridurre i sintomi che spesso accompagnano la gravidanza come la stanchezza, i dolori a livello lombare, la nausea, la costipazione, la cefalea e la fatica a respirare.

Aumentare la forza, la flessibilità e la resistenza muscolare, utili per il travaglio e il parto

Ridurre ansia e stress: quando hai paura o senti dolore il tuo corpo produce adrenalina, che provoca una riduzione nel sangue di ossitocina (l’ormone che contribuisce a far progredire il travaglio verso il parto). La pratica del pranayama, calmando il corpo e la mente, riduce i fattori che portano il tuo corpo a produrre adrenalina, aiutandoti durante i difficili momenti del parto, come confermato da numerosi studi al riguardo

Yoga Pre-Parto

 

Yoga Post-Parto...

La fase del Post Parto e` molto delicata: la donna si ritrova a dover riequilibrare tutto il sistema ormonale che ha sostenuto i 9 mesi della Gravidanza. A livello 

I benefici dello yoga contro la depressione post partum

La pratica yoga aiuterà la neomamma da ben due punti di vista:

  1. Fisico: Il corpo tornerà piano piano solido e flessuoso e gli indolenzimenti tenderanno a diminuire.

  2. Psicologico: la lezione di yoga può essere considerata come una piccola parentesi in cui la donna si mette in contatto con se stessa, con il proprio intimo, in modo tutto personale; è l’occasione che può ritagliarsi per ricaricare le batterie interiori e per trovare un centro stabile di equilibrio per sé e per il proprio bambino. Lo yoga, inoltre, aiuta a prevenire sgradevoli stati depressivi o comunque di smarrimento piuttosto comuni dopo il parto.

La nascita di un figlio rappresenta un evento tanto naturale quanto sconvolgente: dare alla luce una nuova vita è un miracolo che si ripete da milioni di anni eppure non smette di stravolgerci con la sua potenza.

I primi tempi di vita del neonato sono delicatissimi per la donna la quale si trova catapultata in un mondo completamente nuovo, pieno di emozioni contrastanti e di responsabilità. Infatti, così come è nato un nuovo bambino, è nata una mamma che si calerà in questo importante e complesso ruolo preferibilmente senza pressioni interne o esterne. Questo periodo di adattamento viene vissuto in molto diverso da donna a donna, ma è piuttosto frequente inciampare in stati di malinconia o tristezza dovuti a molteplici ragioni di natura ormonale e sociale.

Le difficoltà della donna dopo il parto e il ruolo dello yoga

In questo quadro di maggiore accoglienza, la donna troverebbe maggiori risorse da dedicare a se stessa, per ricomporsi da un punto di vista fisico e mentale. Lo yoga verrebbe così a rappresentare un’attività ideale, dolce e profonda al tempo stesso, che può essere praticata, in genere, senza controindicazioni.

 

Una classe dedicata ad alleviare il mal di schiena e le sciatalgie. Questa pratica e`un efficace tecnica Olistica, i suoi benefici sono stati studiati e comprovati da varie università ed istituti di ricerca, specie in USA, dove la pratica yoga e`diventata quasi un Must ed e`ormai molto diffusa.  Le sequenze proposte aiutano a rafforzare i muscoli posturali incaricati di sostenere la colonna, inoltre stimolano un processo rigenerativo nei dischi intervertebrali, aiutandoli a ripristinare la loro corretta funzionalità.

Yoga Antalgico...

 

Una pratica finalizzata a disintossicare il corpo, agendo principalmente su fegato e reni. E` una pratica abbastanza intensa che ha effetti importanti, depuranti e drenanti. E` indicata per chi ha spesso problemi nella zona addominale e per chi vuole disintossicare il corpo . Useremo elementi di Vinyasana Yoga Flow, Hata Yoga, Power Yoga, Pranayama.

Yoga Detox...

 

Una pratica dedicata a ripristinare il naturale flusso di energia Bio-eletrica attraverso il cervello ed i nervi. Queste classi ci aiutano ad avere l'esperienza diretta del flusso energetico che anima ogni forma biologica ed a sentire come possiamo imparare a vivere rimanendo in quel flusso...Sia il .Corpo che il sistema nervoso trovano un grande beneficio Le classi sono un vero percorso.. Comprendono una buona pratica di Pranayama, Meditazioni e Visualizzazioni e sequenza di Asana graduale e fluida

Yoga Anti Stress...

 

Facciamo Yoga su una sedia..

 

Regalando a ciascuno una qualità della vita migliore libera dai dolori

"yoga soft"

Le pose Yoga aiutano a sciogliere le rigidità che aumentano con l'età, stimolano la vitalità, la voglia di star bene, regalando una qualità della vita migliore.  Una delle cose straordinarie sulla pratica dello yoga è che lo yoga rafforza tutte le diverse aree del corpo: cuore, polmoni, muscoli, articolazioni e sistema nervoso. Migliora il sistema digestivo e aiuta il benessere psicologico.

Yoga per Anziani...

 

Cos’è il restorative yoga

Si tratta di uno stile moderno che trae origine dall'Hatha yoga, e una sua caratteristica evidente è il grande uso di supporti (coperte, cuscini, mattoni, cinte, sedie, cuscinetti per gli occhi), nati per agevolare la pratica su indicazioni del maestro indiano b.k.s. iyengar.

Negli anni 80 la sua allieva Judith Hanson Lasater iniziò a usare i sostegni per togliere sforzi e tensioni nell’esecuzione delle posizioni, consentendo di tenerle molto a lungo.

Dagli anni 2000, Bo Forbes, psicoterapeuta e insegnante di vinyasa yoga, iniziò ad approfondire le valenze neuro-scientifiche del restorative yoga.

Come si pratica il restorative yoga: 

Nella grande quantità di supporti, si possono riconoscere posizioni note come balasana (il bambino), ardha viparita karani,  (l’atteggiamento capovolto) eseguita con il supporto della sedia, e supta baddha konasana (il ciabattino reclinato). Il restorative yoga propone circa una cinquantina di asana supportate, e la regina è sicuramente shavasana, la posizione “ufficiale” per il rilassamento, prevista in molte varianti, per dare benefici diversi.

In una lezione di restorative yoga si praticano solo tre, quattro asana, tenute molto a lungo. Sono anche previsti momento di ascolto di sé, delle proprie tensioni fisiche e dell’attività della propria mente, soprattutto all’inizio e alla fine della lezione.

La Pratica di Restorative Yoga e` molto molto rilassante. E` davvero lo Yoga del non fare...che cura il  fare troppo quotidiano, lo cura riportando l`equilibrio nel profondo del nostro sistema nervoso neurovegetativo. E una pratica  profonda e dolcissima che ha dei benefici enormi. Corpo e mente ritrovano la comunicazione che spesso in molti di noi e` davvero bloccata. Inoltre la pratica di auto-supporto o self-care e` un passo importante, che cambia la nostra attitudine verso noi stessi. Le posizioni facili, con l'aiuto di “props”, supporti, creano una naturale apertura...che ci consente di ristorare i nostri schemi, scaricare e lasciar fluire via le tensioni accumulate, riportando al Punto Zero. 

Restorative Yoga...

 

La Classe inizia con un Bagno di Suoni Armonici, Il suono letteralmente pulisce ed armonizza i vari piani energetici che compongono ognuno di noi: il piano fisico, il piano emozionale ed il piano mentale, aiutandoci a ricollegarsi con il piano dell`Anima e cosi` ri-sentirci Uno, in Armonia e Equilibrio. Segue una pratica Yoga molto particolare che usa il potere del Suono. Dopo la pratica, nel rilassamento, si riceve un`altro Bagno di Vibrazioni Armoniche! La pratica del Nada Yoga e` molto antica, ha un`efficacia potente, e` adatta a chi pratica Yoga ed ai principianti.

Nada Yoga...

 
 

Nature Yoga...

Praticare Yoga in luoghi energetici nella Natura e` veramente eccitante. Abbiamo la fortuna di avere intorno a noi luoghi bellissimi...allora perché` non approfittare? Riceverete  sempre puntuali gli inviti con le date ed il luogo eventuale prescelto.          

Concludo ricordando che ogni pratica Yoga ha davvero tantissimi benefici; prima di tutto lo Yoga calma le fluttuazioni della mente, per cui ci riporta a Qui e Ora, a noi stessi, a sentire il corpo ed I flussi di Energia e di liquidi che scorrono continuamente in ognuno di noi. Ci aiuta a riscoprire l Amore per se stessi, non narcisismo, ma un`Amore vero, rispetto e gratitudine...

Imparare ad ascoltarci, ci aiuta anche a percepire con piu`chiarezza i nostri obbiettivi.

A livello fisico, lo Yoga rimodella il corpo, tonifica i muscoli, facilita ad eliminare i liquidi in eccesso, rafforza il sistema immunitario, migliora la circolazione, apre le vie respiratorie e stimola profondamente gli organi interni.